• Il Golfo dei Poeti

    Golfo

    dei Poeti

    Lerici, Portovenere
    Tellaro, Fezzano, Cadimare..

  • Il Golfo dei Poeti

    Golfo

    dei Poeti

    Lerici, Portovenere
    Tellaro, Fezzano, Cadimare..

  • Il Golfo dei Poeti

    Golfo

    dei Poeti

    Lerici, Portovenere
    Tellaro, Fezzano, Cadimare..

I MUSEI DELLA SPEZIA



La Spezia è definita "Città Museale". Il centro storico devastato dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale è rinato culturalmente grazie alla creazione di musei ed edifici adibiti a mostre ed esposizioni.
Il cuore del percorso museale spezzino è la centrale via Prione, dove al numero 156, nell’ex oratorio di San Bernardino, si trovano il Museo Diocesano e il Museo Civico Etnografico “Giovanni Podenzana”. Il primo del XV secolo, ospita collezioni di manufatti artistici e liturgici, pannelli illustrativi e informazioni sulle istituzioni ecclesiastiche; il secondo raccoglie materiale etnografico del collezionista Giovanni Podenzana, donazioni del fisiologo Davide Carazzi, dello storici Ubaldo Mazzini e di altri donatori.
Più avanti, al numero 234, si trova l’interessantissimo Museo Amedeo Lia, nel complesso conventuale di San Francesco di Paola e dei Frati Minimi, con opere d’arte collocate in tredici sale, ricche di marmi, bronzi e numerosi dipinti, del XVI e XVII secolo, marmi, sculture, bronzi e terrecotte.
Accanto si trova il Museo del Sigillo, al numero 236, collegato al Museo Amedeo Lia tramite una galleria. Nelle sale sono esposte più di millecinquecento pezzi.
Non lontano, nella splendida cornice del castello di San Giorgio, è ospitato il Museo civico archeologico “Ubaldo Formentini”, importante storico spezzino e lunigianese, che raccoglie resti neolitici della zona, statue stele, ruderi delle necropoli di Genicciola e di Ameglia, resti della cittadina di Luni.
Spostandoci verso il mare, in Viale Amendola 1, troviamo il Museo Navale, istituito nel 1923 e costituito da ampie sale organizzate secondo criteri cronologici. Nei pressi è possibile visitare in Piazza Cesare Battisti 1 il Museo d’Arte Contemporanea - Camec, allestito in un edificio di inizio XX secolo. Il centro custodisce collezioni del Bartolini, di Guttuso, Spinosa e altri.
Verso le colline infine, più a nord, in via Fossitermi, si può visitare il Museo Nazionale dei Trasporti, con una collezione di mezzi su gomma e trasporti ferroviari: 7 locomotive, 5 carrozze ferroviarie, 19 filobus, 40 autobus urbani ed extraurbani, 8 veicoli di servizio e 3 Tram.

Il CAMEC

Il CAMEC